vitamine cosa sono e dove trovarle

Tutto sui nutrienti – Puntata 5: le Vitamine

Quante vitamine dobbiamo assumere nella nostra dieta?

Sappiamo in quali alimenti sono contenute e come dobbiamo leggere le etichette?

Cosa sono le vitamine

Le vitamine sono sostanze chimiche di diverso tipo, fondamentali in alcuni casi per il corretto funzionamento dell’organismo.

Per svolgere la loro funzione, ne servono però quantitativi bassi rispetto agli altri nutrienti e per questo vengono definiti “micronutrienti”.

Le diverse vitamine hanno differenti ed importanti funzioni per l’organismo:

la Vitamina C, per esempio, stimola le difese immunitarie; la Vitamina B9 (anche conosciuto come acido folico) ha un’azione fondamentale nella prevenzione di alcune malformazioni congenite, particolarmente di quelle a carico del tubo neurale.

Dove si trovano le vitamine

Ad eccezione della vitamina D, le altre non vengono sintetizzate dal nostro organismo, ma devono essere quindi assunte tramite l’alimentazione.

Per questo motivo è fondamentale variare il più possibile la dieta quotidiana, includendo quindi tutte le categorie di alimenti (carni, pesce, uova, latte, cereali, verdure e frutta).

La quantità maggiore di vitamine si ritrova negli alimenti di origine vegetale, soprattutto nella frutta.

Negli ultimi tempi sono sempre più diffusi gli integratori alimentari o i cosiddetti “superfood”, alimenti che vantano la caratteristica di avere funzioni nutrizionali importanti spesso proprio dovute all’alto contenuto di una o più vitamina.

E’ importante sapere che è necessario consumare la dose consigliata di prodotto per poter ottenere l’effetto dichiarato, quantitativi minori potrebbero non dare alcun effetto: non sempre è necessario assumere integratori alimentari ma va valutato insieme al medico o al nutrizionista (un eccessivo consumo di vitamine può risultare dannoso).

Sono inoltre presenti diversi prodotti alimentari formulati con l’aggiunta di vitamine, per esempio cereali per la colazione o bevande vegetali.

Quante vitamine dobbiamo assumere

Le dosi giornaliere consigliate per le diverse vitamine le ritroviamo elencate nell’allegato XIII del Reg. UE 1169/11 e variano da sostanza a sostanza:

Le etichette

Non esiste l’obbligo di riportare nella tabella nutrizionale il quantitativo di vitamine contenute nell’alimento, tranne nei casi in cui se ne vanta la presenza o nel caso di alimenti formulati con l’aggiunta di vitamine.

In queste ipotesi, i contenuti di vitamine sono riportati in tabella come valori per 100g e, su base volontaria dell’azienda, come percentuale della dose giornaliera vista sopra.

Un produttore può vantare la presenza di vitamine solo nel caso del rispetto delle seguenti condizioni, utilizzando il relativo claim:

  • Fonte di [nome della o delle vitamine]: è consentita solo nel caso in cui il prodotto contiene almeno il 15% della dose giornaliera consigliata (per le bevande il 7.5%)
  • Ad alto contenuto di [nome della o delle vitamine]: è consentita solo se il prodotto contiene almeno il 30% della dose giornaliera consigliata (per le bevande diventa il 15%).

Vedi le precedenti puntate: carboidrati, proteine, grassi, fibre.

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.

Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare: