Tiramisù fatto in casa con Savoiardi Made In Italy

mai come ora è importantissimo seguire questi consigli

In questi giorni è quasi impossibile trovare le uova al supermercato, probabilmente tutti stiamo ingannando il tempo ai fornelli per preparare dei dolci.

Se siamo riusciti ad acquistarle, possiamo preparare il tiramisù, ricordando che utilizzare le uova crude è sempre un rischio per via del batterio Salmonella che può essere presente nelle uova. In queste giornate, in cui non è possibile muoversi ed andare dal medico è complicato, è necessario fare ancora più attenzione: per ridurre i rischi, per esempio, possiamo acquistare delle uova pastorizzate o pastorizzarle in casa con un semplice metodo domestico che consiste nel mettere l’uovo sgusciato in un sacchetto sottovuoto e mantenerlo a 57° per almeno 75 minuti.

Comunque, per ridurre il rischio Salmonella non dobbiamo dimenticare le regole auree per maneggiare le uova in cucina:

  • Utilizziamo uova fresche: possiamo verificare la freschezza dell’uovo inserendolo in un pentolino pieno d’acqua e guardando come si muove, l’uovo fresco si deposita sul fondo
  • Non laviamo le uova: le uova non vanno lavate perché, essendo il guscio poroso, con il lavaggio la sporcizia può penetrare all’interno
  • Per evitare la contaminazione crociata, facciamo attenzione, quando rompiamo le uova, a non far entrare in contatto l’interno dell’uovo con il guscio
  • Dopo aver rotto le uova, gettiamo subito i gusci

Per sostenere il nostro paese ed il Made in Italy, prepariamo un tiramisù fatto con un prodotto tipico italiano: il Savoiardo.

Questi biscotti sono prodotti tradizionali e per questo tutelati da una apposita normativa italiana che ne stabilisce i criteri di produzione. I biscotti possono essere venduti con il nome “Savoiardo” solo se rispettano precisi requisiti stabiliti per legge, sia per quanto riguarda il loro aspetto che gli ingredienti: 

La forma

Il biscottone fragrante e odoroso di vaniglia e limone deve avere secondo la legge queste caratteristiche: “la denominazione «savoiardo» è riservata al biscotto di pasticceria all’uovo avente forma caratteristica a bastoncino con struttura caratterizzata da alveolatura minuta e regolare e con superficie superiore ricoperta di zucchero ed aroma tipico di vaniglia e limone”

Gli ingredienti

La normativa stabilisce gli ingredienti obbligatori e quelli facoltativi:

Ingredienti obbligatori

  • zuccheri
  • farina di frumento
  • uova intere di gallina di categoria «A» (almeno 26%)

Ingredienti facoltativi

  • amido, fecole
  • lattosio, proteine del latte
  • agenti lievitanti
  • aromi di vaniglia, vanillina
  • aroma di limone, olio essenziale di limone
  • sale, compreso il sale iodato

Con una rapida occhiata possiamo verificare se in etichetta è presente la quantità minima di uova del 26%.

A questo punto, con i veri savoiardi possiamo preparare il nostro tiramisù,

 

Fonte: decreto Ministeriale 22 luglio 2005

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.