Tag: naturale

fresco e naturale

Cosa si intede per Naturale e Fresco in etichetta?

Cosa si intede per Naturale e Fresco in etichetta?

Il termine Fresco può essere utilizzato per la vendita di alimenti vari ma solo se sono rispettati requisiti di legge molto precisi.

Per esempio:

Latte: legge 169/1989

Il latte fresco pastorizzato è quello che arriva crudo allo stabilimento di confezionamento e che è sottoposto a trattamento termico entro 48 ore dalla mungitura. Il latte fresco pastorizzato deve presentare, al momento del consumo:

  • prova della fosfatasi alcalina negativa;
  • un contenuto in sieroproteine solubili non denaturate non inferiore al 14 per cento delle proteine totali;
  • prova della perossidasi positiva.

Pasta: DPR 187/2001

L’aggettivo “fresca” per la pasta non indica che è stata prodotta da poco ma indica, invece, che non è stata sottoposta ad essicazione. Diversamente, altri prodotti sono commercializzati come freschi perché prodotti in tempi molto recenti (per esempio i formaggi)

Il termine naturale in etichetta non ha un significato specifico perché la legge consente il suo impiego solo per l’acqua in bottiglia e per gli aromi. Quindi diffidate da questo claim perché è utilizzato a soli fini commerciali e non è basato su caratteristiche particolari.

Approfondisci l’argomento nel mio nuovo video

Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare: