come congelare alimenti in freezer

Quanto si conservano gli alimenti in freezer?

È il dilemma dei dilemmi: come so se un alimento che ho nel congelatore da un po’ è ancora buono e sicuro?

Esiste un codice internazionale a stelle che attribuisce ai congelatori un numero di stelle variabile in base alle loro caratteristiche.

Puoi controllare il numero di stelle del tuo freezer per sapere per quanto tempo puoi conservare in maniera sicura i diversi alimenti.

Le informazioni sono inserite nel libretto delle istruzioni.

Al di là dello specifico congelatore che utilizziamo, in ogni caso la temperatura di congelamento è pari a – 18° C: puoi verificare periodicamente la temperatura inserendo un termometro all’interno del freezer.

I tempi di conservazione in freezer

In assenza di indicazioni precise sugli alimenti, puoi tenere in considerazione i tempi indicati nella tabella:

tempi di conservazione in freezer

Come si congelano gli alimenti

È molto importante utilizzare materiali idonei al contatto con gli alimenti (MOCA) scegliendo solo vaschette o sacchetti monouso adatti al congelamento.

Per ricordare meglio da quanto tempo l’alimento si trova in freezer, è buona regola apporre sul sacchetto la data di congelamento.

Per una conservazione ottimale, il freezer deve essere mantenuto ben pulito e non deve presentare brina all’interno, segno di un avvenuto sbalzo termico.

Il congelamento domestico, essendo più lento di quello industriale (surgelamento) può provocare la formazione di cristalli di ghiaccio all’interno dell’alimento che possono alterarne la struttura.

Per ridurre questo effetto, dobbiamo congelare gli alimenti nel modo più veloce possibile: puoi tagliarli in pezzi più piccoli per accelerare il processo o utilizzare un abbattitore di temperatura.

Gli alimenti non devono essere riposti nel freezer quando sono ancora caldi perché possono scongelare gli altri presenti nel congelatore.

Come si scongelano gli alimenti

Gli alimenti si scongelano in frigorifero e mai a temperatura ambiente perché le alte temperature favoriscono la proliferazione dei batteri.

Gli alimenti scongelati devono essere consumati entro 24 ore e non devono mai essere ricongelati a meno che non siano preventivamente cotti.

Questo perché quando congeliamo un alimento la prima volta, i batteri presenti all’interno non muoiono ma entrano in uno stato che possiamo definire letargico.

La riproduzione dei batteri riprende quando lo scongeliamo: quindi ricongelare un alimento scongelato non è sano perché implica che sull’alimento il numero dei batteri si sia moltiplicato.

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.

Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare: