Menu
Sicurezza Alimentare

Petfood e salmonella, come scegliere le crocchette per cani e gatti

Chi ha a casa “pelosetti” sa qual è la cura con la quale si sceglie il loro cibo. Io ho quattro fantastici mici e tengo d’occhio nuove formulazioni, valori nutrizionali, la giusta rotazione tra marche diverse, magari Made in Italy, e la giusta quantità. Dopo aver analizzato in laboratorio svariati prodotti, ho capito che anche il pericolo batteri deve essere tenuto in considerazione nella scelta, ancora di più se siete tra gli intraprendenti che preparano i pasti in casa.  

Uno dei batteri che ho trovato nel petfood è la Salmonella. Generalmente la Salmonella si trova nei prodotti freschi e più raramente anche in quelli secchi, come le crocchette. Una nota di colore, ma anche uno spunto di riflessione: un famoso studio internazionale aveva osservato, anni fa, che i bambini di età inferiore ai tre anni possono essere particolarmente predisposti a contrarre l’infezione da Salmonella contenuta negli alimenti secchi per cani, vista la propensione dei piccoli a mettersi le cose più impensate in bocca.

Ma perchè la salmonella può fare male ai nostri animali?  

La salmonellosi è un’infezione enterica dovuta all’ingestione del batterio Salmonella, che può provocare febbre molto alta, dolori addominali, diarrea, vomito e disidratazione che può  colpire noi ma anche i nostri amici a quattro zampe: i sintomi generalmente sono simili, i cani possono essere asintomatici.

Le crocchette sono preparate con un’estrusione a temperature molto elevate, superiori ai 100 gradi, che uccide i batteri. Dopo l’estrusione le crocchette vengono trattate con una miscela di proteine e lipidi, che è spruzzata sulla superficie per renderle più appetibili e migliorarle dal punto di vista nutrizionale. Questa particolare fase si svolge, all’interno degli stabilimenti, a temperatura ambiente e quindi è in questo momento che possono sorgere i problemi: i lipidi sono una delle sostanze “predilette” dal batterio Salmonella, che a temperatura ambiente può svilupparsi molto velocemente.

Le regole auree

  • Quando fai la spesa, fai attenzione allo stato delle confezioni delle crocchette ed evita quelle danneggiate, ammaccate o scolorite, o che hanno perduto il vuoto se parliamo di confezioni in ATM o appunto sotto vuoto
  • Lava accuratamente le mani dopo aver maneggiato le crocchette
  • Utilizza per preparare o servire le crocchette degli utensili dedicati Fai mangiare il tuo cane o il tuo gatto in un angolo della cucina separato dalla zona in cui mangi tu 
  • Getta subito sacchi e confezioni nell’immondizia 
Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare:
About Author

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.Il mio piatto forte? Il tiramisù con le uova delle mie galline.

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie in osservanza del nuovo Regolamento Privacy - GDPR Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi