Le 10 regole per una spesa sicura

Quando fanno la spesa, agli italiani interessa la sicurezza alimentare?

I sondaggi ci rivelano che il 93% degli intervistati controlla sempre la data di scadenza ed il 77% il luogo di origine.

Il 70% legge gli ingredienti, ed il 65 % preferisce prodotti certificati DOP e IGP. Insomma, gli italiani hanno a cuore la sicurezza alimentare!

Ciò che mangiamo ha un impatto sulla nostra salute, meglio prendere precauzioni e fare attenzione.

Per questo oggi voglio condividere con voi il mio decalogo per la spesa sicura.

infografica spesa sicura-min

 

 

  1. La lista della spesa: prima di decidere cosa acquistare, controllate le date di scadenza o preferibile consumo delle rimanenze in frigo e in dispensa

  1. Le offerte. Non fate grandi scorte, eviterete di far deperire gli alimenti in frigo e ridurrete gli sprechi!

  1. Le etichette. Controllate le caratteristiche dei prodotti per scegliere quelli più adatti alle vostre esigenze.

  1. La data di scadenza. È indicata sui prodotti deperibili con la dicitura “da consumarsi entro il gg/mm/aa”.

  2. Il Termine Minimo di Conservazione (TMC). È indicato sui prodotti non deperibili con la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro il mm/aa”  o “fine aaaa”. Qui trovate la differenza tra “preferibilmente entro” e “entro”: https://danielamaurizi.it/data-di-scadenza-o-di-preferibile-consumo/

  1. Gli ingredienti. Controllate cosa contiene l’alimento facendo attenzione all’ordine degli ingredienti. Gli ingredienti sono indicati in etichetta in ordine decrescente di peso. Maggiore il peso, più in alto compaiono.

  1. Gli allergeni. Controllate se nell’elenco degli ingredienti sono presenti allergeni, potete scoprirli facilmente perché per la vostra sicurezza sono scritti in un carattere diverso rispetto a quello degli altri ingredienti.

  1. I prodotti deperibili. Quando acquistate prodotti freschi o surgelati non interrompete la catena del freddo. Soprattutto in estate, riponete gli alimenti in una borsa termica e portateli subito a casa.

  1. La carne confezionata. Acquistate solo la carne che consumerete nell’arco di pochi giorni. Se comprate carne macinata o pronti da cuocere, per la vostra sicurezza meglio consumateli entro un giorno dall’acquisto.

  2. Il pesce. Controllate sui cartellini del pesce fresco le informazioni relative al suo stato (fresco, decongelato) e alla zona di pesca. Il pesce decongelato non deve essere ricongelato e deve essere consumato entro 24 ore.

 

 

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.