rischi del tonno

Festeggia la giornata del tonno in tutta sicurezza!

Oggi è la giornata mondiale del tonno!

È l’occasione per celebrare con qualche piccolo consiglio di sicurezza alimentare questo alimento così diffuso nella nostra dieta.

Ecco come proteggere la tua salute e scegliere il tonno più sano.

Rischi del tonno

  • Istamina

L’istamina è una sostanza pericolosa per la tua salute che viene generata dalla degradazione del pesce. In particolare, nel tonno può essere presente istamina se viene conservato male, a temperature alte quando si interrompe la catena del freddo

 

  • Metalli

Nel tonno in scatola possono essere presenti residui derivati dai processi di produzione. Per questa ragione molte aziende installano, nei propri stabilimenti, metal detector e macchine a raggi X per scongiurare il pericolo

 

  • Mercurio

Nel tonno possono essere presenti residui di mercurio. Ciò è più frequente nei tonni pescati in zone in cui vi è poco ricircolo di acqua e, quindi più concentrazione di mercurio, e nei tonni di grande taglia, dove il mercurio si è accumulato in quantità maggiore

 

Consigli per la scelta del tonno fresco e in scatola

Il tonno fresco

  • il colore non è tutto, controllate anche l’odore. Infatti un bel colore rosso può essere ottenuto artificialmente
  • un tonno mal conservato può provocare la formazione di istamina che può essere tossica per l’uomo. Provoca infatti la cosiddetta sindrome sgombroide, con arrossamento della pelle, prurito, mal di testa, nausea, vomito e diarrea.

 

Il tonno in scatola

  • guardate l’elenco ingredienti in etichetta, che deve essere breve e semplice: tonno, sale e olio di oliva (o acqua per la versione al naturale)
  • il trancio deve avere un colore rosa tenue, se lo trovate più scuro sono sopraggiunti processi ossidativi di cui diffidare
  • se consumate il tonno vicino alla data di preferibile consumo non vi preoccupate, infatti più il tonno è a contatto con i suoi liquidi di governo, più diventa buono

 

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.