come conservare gli alimenti in frigo

Come conservare gli alimenti in frigorifero

Come si conservano gli alimenti in frigorifero?

Ogni alimento ha la sua temperatura e, quindi, il suo ripiano.

Se rispettiamo queste regole possiamo garantirci la durabilità indicata dal produttore, se non lo facciamo rischiamo di consumare cibi non sicuri.

Le temperature in frigorifero

  • Cassetto: 7-10 °C
  • Ripiani bassi: 0-2°C
  • Ripiani centrali: 4-5°C
  • Ripiani alti: 6-8°C

Il cassetto

Il cassetto va utilizzato per frutta e verdura, che se riposte in questo spazio si conservano bene perché mantengono la loro fragranza e non sono esposte a temperature troppo basse che le danneggerebbero.

Non lavare mai la frutta e la verdura prima di riporla in frigorifero perché l’umidità può favorire la formazione di muffe.

I prodotti ortofrutticoli freschi di I gamma devono essere consumati in pochi giorni; l’ortofrutta di V gamma ha una durabilità maggiore grazie alla precottura ed al confezionamento in sottovuoto o in ATM: puoi verificare i tempi indicati in etichetta; l’insalata in busta deve essere consumata in due giorni.

Il ripiano basso

È la zona più fredda.

Si trova immediatamente sopra al cassetto ed è adatto per la conservazione di carne e pesce:

  1. La carne

I tempi di conservazione variano in base alla specie e al taglio:

  • macinato e carpaccio: un giorno
  • pollo e tacchino: due giorni
  • affettati non confezionati e carne fresca: tre giorni

Se acquisti carne confezionata, verifica in etichetta come deve essere conservata.

2. Il pesce

Il pesce si conserva in frigorifero per 24 ore.

Prima di riporlo in frigo, lavalo e rimuovi le viscere perché l’alterazione delle interiora può causare la proliferazione dei batteri.

Le semiconserve possono restare in frigorifero per più tempi, segui le indicazioni del produttore.

La mensola centrale

Puoi utilizzarla per conservare uova, latticini ed alimenti che recano in etichetta la dicitura “conservare in frigorifero dopo l’apertura”.

Contrariamente a quanto di solito si pensa, le uova devono essere conservate in frigorifero perché le basse temperature rallentano la crescita microbica.

Il latte, una volta aperta la confezione, può restare in frigorifero per un massimo di due giorni.

I latticini in confezioni gonfie non devono essere consumati.

Lo sportello

È il punto più caldo del frigorifero, ed è destinato ad alimenti che hanno bisogno di una leggera refrigerazione (bibite).

Frigorifero sicuro

Fai attenzione alla contaminazione crociata tra gli alimenti: separa bene i crudi dai cotti ed evita sgocciolamenti da un alimento all’altro.

Pulisci periodicamente il tuo frigorifero (1-2 volte al mese) con acqua e bicarbonato o con detergenti specifici.

Controlla inoltre che non si formi del ghiaccio sulle pareti, indice di un cattivo funzionamento.

Per evitare sbalzi termici, riponi in frigorifero gli alimenti cotti in frigorifero solo quando si sono raffreddati completamente.

Non esagerare con la spesa:

un frigorifero troppo pieno non funziona bene perché non c’è sufficiente spazio tra gli alimenti e quindi l’aria non circola liberamente.

Per consumare i tuoi alimenti in frigorifero puoi adottare la regola First in, First Out riponendo gli alimenti acquistati di recente sotto o dietro quelli già presenti.

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.