come acquistare il latte

Come acquistare il latte: 1° puntata

Che differenza c’è tra i vari tipi di latte e come si leggono le etichette?

In questo mio nuovo video vediamo insieme come scegliere.

Per prima cosa, se in etichetta è presente la parola “latte” si tratta di latte di mucca. Se il latte è ottenuto da altre specie animali deve essere specificato (latte di pecora, latte di capra).

Esistono in commercio tante tipologie diverse di latte, da quelle tradizionali (pastorizzato, fresco pastorizzato, microfiltrato, a lunga conservazione) a quelle speciali (latte delattosato, latte con aggiunta di vitamine e aromi).

Cosa prevede la legge

Il latte è diviso in categorie in base al contenuto di grassi e al trattamento termico che subisce dopo la mungitura per garantirne la sicurezza.

Contenuto di grassi

  • Latte intero: contenuto in grassi uguale o superiore a 3.50%
  • Latte parzialmente scremato: contenuto in grassi compreso tra 1.50 e 1.80%
  • Latte scremato: contenuto in grassi pari al massimo allo 0.30%

Trattamento termico

  • Latte fresco pastorizzato: con pastorizzazione a 71,7°C per 15 secondi entro 48 ore dalla mungitura
  • Latte fresco pastorizzato di alta qualità: latte di qualità superiore, con quantità definite di proteine e grassi. Subisce un trattamento termico meno forte, di circa 2°C inferiore a quello utilizzato per il latte fresco pastorizzato
  • Latte pastorizzato microfiltrato: filtrato, prima della pastorizzazione, con membrane che allontano gran parte dei batteri presenti. Questo tipo di latte ha un durabilità maggiore rispetto alle altre categorie (quasi il doppio).

Esiste poi il latte UHT a lunga conservazione, ovvero il latte che troviamo a scaffale, fuori dal reparto frigo. 

L’acronimo UHT sta per Ultra High Temperature: questo tipo di latte, essendo trattato in maniera più energica dal punto di vista del trattamento termico, ha un durabilità maggiore e può stare a temperatura ambiente.

Nella prossima puntata parleremo delle etichette del latte…

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.

Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare: