barbecue sicurezza alimentare

Estate alle porte: pronti per i barbecue in tutta sicurezza alimentare?

In questo periodo dell’anno i barbecue sono un must!

Per cui godiamoci le nostre grigliate con un occhio alla sicurezza alimentare.

Ecco i miei 10 punti per avere un BBQ da 10:

 

  1. Pulite accuratamente la griglia dopo ogni grigliata

Dopo ogni cottura rimuovete i residui carboniosi dalla griglia per evitare che si attacchino agli alimenti cucinati successivamente

 

  1. Cuocere prima le verdure e poi carne o pesce

Se vi piace grigliare la verdura di stagione sulla griglia fatelo prima di cucinare carne o pesce, in questo modo le verdure godranno di una griglia pulita e non ci sarà contaminazione crociata con gli altri alimenti

 

  1. Evitate di bruciare gli alimenti in superficie

Quando si brucia in superficie l’alimento si può generare la produzione di idrocarburi policiclici aromatici (IPA), composti tossici che si formano ad alte temperature di cui vi ho parlato nel mio articolo sulla sicurezza alimentare della pizza

 

  1. Attenzione al grasso della carne

Quando cuocete la carne, cercate di eliminare il grasso prima della cottura, in alternativa, se vi piace grigliare spuntature o pancetta, mettete un foglio di alluminio forato sulla griglia. Infatti il grasso che cade sulla brace provoca la formazione degli IPA che, propagandosi attraverso il fumo, si depositano sugli alimenti

 

  1. Occhio al caldo

Tirate fuori dal frigo gli alimenti poco per volta per non lasciare gli alimenti crudi, soprattutto carne e pesce, a temperatura ambiente per molto tempo

 

  1. No agli alimenti dal freezer alla griglia

Se utilizzate prodotti congelati o surgelati, abbiate cura di scongelarli (in frigorifero!) prima di cucinarli sulla griglia, altrimenti sarebbero sottoposti a temperature alte per un tempo troppo lungo

 

  1. BBQ, non tutti i giorni!

Anche se le sere d’estate invitano alla convivialità del barbecue, evitiamo di mangiarlo per più di una volta a settimana

 

  1. La ruggine, un nemico del BBQ

Se lasciate il vostro BBQ all’esterno durante l’inverno si può formare ruggine sulle superfici di appoggio. Se potete fate un’opera di risanamento, in ogni caso fate molta attenzione a non contaminare gli alimenti mettendoli sulle superfici sporche.

 

  1. Vietato mischiare cotto e crudo

La vostra bistecca fumante è pronta: non mettetela mai sul piatto dove era appoggiata quando era ancora cruda! I batteri che erano presenti e che sono morti durante la cottura sono ancora vivi sul piatto e la renderebbero insalubre

 

  1. Accendifuoco

I puristi del BBQ dicono che non vanno utilizzati, se siete dell’altra corrente di pensiero utilizzate accendifuoco di composizione vegetale, in ogni caso attenetevi scrupolosamente a quanto riportato in etichetta sulla modalità d’uso

 

Daniela Maurizi chi è

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),

mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.

Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.

Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.

Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.

Il mio piatto forte?
Il tiramisù con le uova delle mie galline.