banchetto nuziale è sicuro

Banqueting nuziale: un matrimonio in sicurezza!

Prossimi al grande giorno, il banqueting nuziale è uno degli aspetti fondamentali della buona riuscita dell’evento.

Cosa offro da mangiare ai miei ospiti? Come posso soddisfare i loro gusti?

Ma soprattutto:

come posso fidarmi per offrire loro un banchetto in Sicurezza?

 

Recentemente ho letto che una sentenza, ha dichiarato che è risarcibile il danno morale ed esistenziale da inadempimento contrattuale per matrimonio rovinato.

Cosa può esserci di peggiore il giorno del tuo matrimonio di vedere gli ospiti mangiare in allegria e poco dopo cadere vittime di una grave intossicazione alimentare?

Vediamo come scegliere il banqueting nuziale in tutta Sicurezza alimentare:

Cosa devono fare gli addetti ai lavori

1) Selezionare le materie prime con cura accertandosi che siano di alta qualità.

2) Rispettare le buone norme di lavorazione:

• l’igiene del personale (mani curate, pulite e lavate frequentemente)

• corretto comportamento nel luogo di lavoro (non fumare, non bere etc.)

• vestiario idoneo (copricapo e ove richiesto guanti e mascherina)

• procedure di corretta manipolazione (rispetto scadenze, corretta conservazione degli intermedi di lavorazione, eliminazione degli scarti di lavorazione).

3) Preparare i cibi in un locale cucina destinato a contenere le attrezzature necessarie per la preparazione dei pasti. E’ importante che il locale sia privo di zone difficilmente sanificabili e che non venga attraversato da percorsi “sporchi” (ad esempio zona entrata merci alla dispensa).

4) Gestire le stoviglie in una zona lavaggio o in un locale separato dagli altri e dedicato esclusivamente a tale uso. Il locale deve essere situato in maniera tale da consentire il rientro delle stoviglie sporche e l’eliminazione dei rifiuti senza attraversare la cucina e/o i percorsi puliti.

5) Avere un laboratorio attrezzato dove vengono svolte le preparazioni degli alimenti. In base alla scelta del menù viene valutato volta per volta se effettuare tutta la produzione nel laboratorio o direttamente in loco.

6) Formare il personale in maniera continuativa. Gli addetti devono essere adeguatamente addestrati a rispettare la catena del freddo e la catena del caldo. L’aggiornamento deve essere costante, soprattutto in un campo come quello alimentare dove sia gli sviluppi della tecnologia che i frequenti cambiamenti nella normativa richiedono una gestione sempre “al passo con i tempi”.

7) L’assemblaggio delle confezioni deve essere effettuato in un’area separata e gli alimenti non devono stazionare mai per tempi lunghi a temperatura ambiente.

 

Cosa potete fare voi

1) Chiedete se potete fare un giro nella loro cucina (se non stanno lavorando ve lo permetteranno) o comunque osservate attentamente i locali dove vi fanno accomodare, potrete vedere con i vostri occhi se sono rispettate le regole igieniche

2) Osservate il personale di sala o il personale addetto alla cucina: il loro abbigliamento è impeccabile?

3) Chiedete al catering se hanno delle certificazioni di qualità o, almeno, l’autocontrollo (HACCP) indispensabile per la preparazione e la somministrazione degli alimenti, richiesto dalla legge

4) Vanno molto di moda i buffet con gli antipasti, ma fate attenzione ai crudi! Il pesce per esempio deve essere sempre abbattuto per eliminare il pericolo di parassiti

5) Gli alimenti deperibili che si presentano al buffet ovviamente devono essere consumati nel più breve tempo possibile….. soprattutto se il vostro matrimonio è d’estate