Menu
Sicurezza Alimentare

Arriva l’app dell’etichetta a batteria degli alimenti!

È arrivata l’app dell’etichetta a batteria degli alimenti! Un sistema di etichettatura facoltativo che rende graficamente immediato l’apporto di nutrienti di un alimento

 

L’etichetta a batteria 

La parte carica della batteria indica la percentuale di energia o nutrienti contenuti nella singola porzione rispetto alle quantità giornaliere di assunzione raccomandate che, per un adulto sono: 

  • energia: 8400 KJ/2000 Kcal; 
  • grassi: 70 g; 
  • grassi saturi: 20 g; 
  • zuccheri: 90 g; 
  • sale: 6 g. 

 

All’interno di ogni box troviamo indicazioni sul contenuto di energia, grassi, grassi saturi, zuccheri e sale della singola porzione. Il contenuto energetico è espresso sia in Joule che in calorie. I contenuti di grassi, grassi saturi, zuccheri e sale sono espressi in grammi. Tutti i valori espressi sono relativi alla singola porzione, e non ai 100 grammi di prodotto come l’etichetta a semaforo. 

 

Come funziona l’app 

L’app è scaricabile dall’apposito sito realizzato dai Ministeri della salute, delle politiche agricole, alimentari e forestali e dello sviluppo economico per sensibilizzare i consumatori sull’importanza di una dieta con il giusto apporto di nutrienti. 

L’app fornisce informazioni sugli alimenti, è sufficiente fotografare il codice a barre sulle confezioni degli alimenti per avere tutte le informazioni e per sapere sulle porzioni consigliate dai nutrizionisti e sul relativo apporto di calorie, sale, zuccheri e grassi alla dieta quotidiana.  

Puoi anche aggiungere ciò che mangi e bevi durante la giornata alla tua batteria, in modo da controllare calorie e nutrienti ed evitare gli eccessi.   

 

L’etichetta a batteria e l’etichetta a semaforo 

 

L’etichetta a batteria, e quindi l’app dedicata, è un ottimo strumento per dare ai consumatori informazioni in maniera immediata. La dichiarazione nutrizionale sempre presente sugli alimenti ci dà già tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno, con poche e semplici regolepuoi fare un rapido calcolo e sapere tutto quello che serve ma il nuovo sistema è più immediato a livello visivo. 

L’Italia si distingue in questo da altri paesi europei che hanno adottato un modello diverso, l’etichetta a semaforo, che attribuisce un punteggio positivo (verde) e negativo (rosso) agli alimenti in base alle quantità di fibre, grassi, zucchero, sale e calorie in 100 grammi di prodotto. 

  • A – verde 
  • B – verde chiaro 
  • C – giallo 
  • D – arancione 
  • E – rosso 

 

Il punteggio migliore è A ed il peggiore è E. L’etichetta a semaforo penalizza eccellenze italiane, come l’olio extra vergine di oliva classificandolo con E perché ricco di grassi: il punteggio non tiene in considerazione il fatto che l’olio è consumato in quantità molto ridotte ed ha effetti benefici sulla salute dovute al contenuto di acido oleico, importante grasso monoinsaturo.  

Quindi scarica l’app dell’etichetta a batteria e considera le sue informazioni, il suo utilizzo è promosso dai Ministeri ed è stato valutato dopo approfondita valutazione scientifica  

Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare:
Translate »