Menu
Sicurezza Alimentare

Aranciate con più arancia (e vitamina C)

arance vitamina c

Oggi nelle bevande analcoliche all’arancia, la percentuale di succo d’arancia è quasi il doppio.

La colazione è il pasto più importante della giornata?  Ecco perché preferisco farla sana e nutriente.

Questa mattina, mentre bevevo una spremuta d’arancia, mi sono fermata un attimo a riflettere su questa bevanda ricca di vitamine e utile a rinforzare il sistema immunitario.

Dallo scorso 6 marzo, tutte le bevande analcoliche all’arancia devono avere un contenuto minimo di succo d’arancia pari a 20g per 100cc di prodotto.

Un bel passo avanti, rispetto al precedente limite minimo di 12g!

Una decisione importante per valorizzare un prodotto tipico del nostro territorio e limitare l’utilizzo di aromi.

Chissà se presto avremo più frutta anche nelle altre bevande?

Un cambiamento che frutterebbe sicuramente tanti benefici!

Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare:
About Author

Laureata in Chimica con specializzazione post-laurea alla De Montfort University di Leicester (UK),mi occupo da sempre di Sicurezza Alimentare.Lo faccio con la mia azienda, Gruppo Maurizi, ma anche come formatrice e relatrice in Master e Convegni nazionali.Invitata spesso in radio e televisione come esperta, collaboro con DiMartedì, il programma di Giovanni Floris.Nel tempo libero divoro film in lingua originale e mi nutro di musica pop.Il mio piatto forte? Il tiramisù con le uova delle mie galline.

Translate »