Menu
Sicurezza Alimentare

5 oggetti per rendere la tua cucina più sostenibile….. in sicurezza!

Il 2024 è appena iniziato e ci avvicina sempre di più al 2030, l’anno in cui dovremmo raggiungere gli obiettivi dello Sviluppo Sostenibile stabiliti dalle Nazioni Unite. Ma cosa possiamo fare noi, nel nostro quotidiano, per contribuire a questa sfida globale? La risposta potrebbe essere più semplice di quanto pensi: proviamo a partire dalla nostra cucina. In questo articolo ti mostrerò 5 oggetti ecologici che possono rendere la tua vita più facile e diminuire il tuo impatto ambientale. 

Vediamoli insieme: 

1. Pellicola alimentare in cera d’api 

Un interessante sostituto delle pellicole in plastica o alluminio sono le pellicole alimentari in cera d’api. Ovviamente, prima dell’acquisto, verifichiamo sempre che siano presenti sulla confezione i loghi delle certificazioni che ne attestino l’idoneità al contatto con gli alimenti (MOCA). 

Pro: 

  1. Sono prodotte con materie prime biologiche, quali la cera d’api e cotone; 
  2. Sono riutilizzabili per oltre un anno; 
  3. Sono lavabili a mano con acqua fredda e sapone delicato; 
  4. I cibi si mantengono freschi più a lungo, riducendo gli sprechi. 

Contro:

Non possono essere lavate in lavastoviglie. 

2. Carta forno riutilizzabile

È generalmente prodotta in fibra di vetro con rivestimento antiaderente oppure in silicone: questa tipologia di carta forno consente di rimpiazzare in maniera duratura i fogli usa e getta in commercio. È vero che, ultimamente, sul mercato sono arrivati i rotoli di carta forno smaltibili nell’umido, ma sono comunque un rifiuto da smaltire. 

Per accertare la sicurezza di questi prodotti, è stata condotta un’indagine dalla rivista tedesca Öko-Test, che ha messo a confronto diversi prodotti, inserendo nel test anche alcuni tappetini in silicone e uno in teflon, alternative riutilizzabili alla carta da forno. La stessa rivista, per altro, nel 2021 aveva dimostrato con un altro studio che la cosiddetta carta forno “compostabile” in verità non è adatta al bidone dei rifiuti organici. Quel che è emerso da queste ricerche è che il calore non riesce a rovinare la carta forno riutilizzabile in silicone e di conseguenza non vi sono rischi per la salute.   

Pro:

  • Resiste alle alte temperature (250°C); 
  • È riutilizzabile e lavabile anche in lavastoviglie; 
  • È antiaderente; 
  • Può essere utilizzata anche in microonde. 

Contro

Potrebbe non esistere della misura esatta della tua teglia, ma puoi tagliarla per adeguarla alle tue esigenze. 

3. Coperture in silicone per barattoli, bicchieri e contenitori 

Oltre ai fogli in cera d’api che abbiamo già illustrato, esistono delle pratiche coperture in silicone che vanno a fare da tappo a barattoli, bicchieri, contenitori e così via rimpiazzando del tutto le pellicole. 

Sono prodotti in gomma a base di silicone ed esistono di vari diametri e colori; in più, la loro elasticità gli consente di adattarsi bene a varie tipologie di contenitori. L’unica accortezza è quella di verificare che siano completamente asciutti prima di utilizzarli o riporli, per evitare che vi siano dei residui di liquido potenzialmente dannosi per i nostri alimenti. 

Pro: 

  1. Si possono lavare e riutilizzare; 
  2. Ti permettono di conservare più a lungo cibi e bevande; 
  3. Sono facili da pulire, poiché lavabili anche in lavastoviglie. 

Contro: 

Non possono essere inseriti in forno nel microonde. 

4. Spazzola lavapiatti 

In commercio si trovano sia in plastica che in legno (rigorosamente certificato FSC) e le sue setole la rendono particolarmente durevole e resistente all’umidità, cosa che non si può invece dire delle spugne. Come detto già per la carta forno, anche se sul mercato si trovano le spugne biodegradabili, esse rappresentano comunque un’opzione meno preferibile, sia dal punto di vista ecologico che della sicurezza alimentare, rispetto alle spazzole. 

Pro: 

  1. Si asciuga rapidamente e non trattiene liquidi o residui che potrebbero far proliferare microrganismi patogeni; 
  2. È facile da pulire; 
  3. La versione in legno è totalmente plastic free e riciclabile; 
  4. È riutilizzabile a lungo, anche grazie all’esistenza per alcuni modelli di testine di ricambio (anch’esse riciclabili). 

Contro: 

La versione in legno non si può lavare in lavastoviglie. 

5. Detersivo solido o alla spina 

Sono sempre di più le aziende (anche italiane) impegnate nella produzione di detersivi solidi che offrano un rimedio concreto al grande consumo di plastica che domina questo mercato. 

Spesso, si presentano sottoforma di “pastiglie” o polveri diluibili nell’acqua all’interno di un flacone riutilizzabile. Oltretutto, molti di questi prodotti sono “universali”, vale a dire che sono adatti per la pulizia di diverse superfici, andando non solo a diminuire il consumo di contenitori di plastica, ma costituendo anche un buon risparmio economico. Un’altra alternativa può anche essere quella dei prodotti per la casa “alla spina”, laddove basta portare in negozio il proprio contenitore vuoto e farlo riempire con il detersivo che preferiamo. 

Pro: 

  1. Puoi riutilizzare i tuoi flaconi all’infinito, ricaricando il prodotto quando necessario; 
  2. Sono ideati con tensioattivi a base di materie prime vegetali e, in generale, con ingredienti facilmente biodegradabili. 

Contro: 

Prima di ricaricare il contenitore con nuovo prodotto, bisogna fare molta attenzione a pulirlo per bene svuotandolo completamente per evitare accumulo di sporcizia. 

Condividi anche tu la Sicurezza Alimentare:
About Author

Sono una chimica con specializzazione post lauream alla De Montford University di Leicester (UK). Dal 2008, sono Chief Executive Officer del Gruppo Maurizi, con il quale mi occupo di sicurezza alimentare, ambientale e sul lavoro.

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie in osservanza del nuovo Regolamento Privacy - GDPR Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi